Landini (Cgil): Governo si confronti con lavoratori e sindacati su pensioni e lavoro

“Dicono che vogliono essere governo della svolta e del cambiamento? Me lo auguro, ma voglio capire cosa significa La svolta ci sara’ per noi se i lavoratori pagheranno meno tasse e avranno uno stipendio piu’ alto. E c’e’ un problema di metodo: non si cambia il Paese senza confrontarsi con lavoratori e sindacati”. Lo ha detto Maurizio Landini a Reggio Emilia. Il leader della Cgil ha continuato: “Se non avverra’ questo, ci mobiliteremo. Ci sono tanti problemi, dalle pensioni al rinnovo dei contratti fino al precariato dei giovani. In passato i sindacati sembravano diventati un orpello inutile, ma chi lo ha pensato non ha fatto mai una bella fine in politica…”. (ANSA)