Mafia, 4 indagati sia a Brescia che a Gela nelle inchieste sulla Stidda

Quattro persone, indagate nell’ambito dell’inchiesta “Stella Cadente” che ha portato all’arresto di 35 esponenti della stidda di Gela, sono anche finite al centro dell’inchiesta “Leonessa”, coordinata dalla Procura di Brescia nell’ambito della quale sono state arrestate 69 persone. I quattro, in particolare, da quanto si apprende da fonti investigative,in un primo momento operavano nella zona di Gela e poi si sono spostati al Nord e sono confluite in un diverso gruppo criminale.

Il gruppo che operava al Nord si riuniva spesso in un ufficio, affittato ad hoc per quegli incontri, in via Montenapoleone. Nel corso dei summit, da quanto è stato documentato nel corso dell’inchiesat che ha preso il via nel 2017, venivano prese decisioni logistiche importanti e stabilite le “sanzioni” per chi aveva “sgarrato”. L’organizzazione sgominata dalle indagini della Procura di Brescia si era specializzata nella cessioen di falsi crediti di imposta e ne facevano parte anche professionisti e imprenditori compiacenti. Vastissimo il giro d’affari, che si estendeva a tutta Italia. (LaPresse)