Naufragio a Lampedusa: salvati 149 migranti, si temono 20 dispersi

Una barca con a bordo oltre 100 migranti ha fatto naufragio a un miglio dall’Isola dei Conigli, davanti alla costa di Lampedusa. Secondo le testimonianze dei sopravvissuti sbarcati a Lampedusa, a bordo del barcone capovolto sarebbero stati in 169. Finora i soccorritori hanno salvato 149 migranti e così mancherebbero all’appello venti persone. Alle motovedette, che continuano le ricerche, si è aggiunto un aereo che perlustra l’area. Le forze dell’ordine stanno ispezionando anche la costa, nell’ipotesi che qualcuno possa essere giunto a nuoto.

Il naufragio è avvenuto a circa un miglio dalla costa, tra la spiaggia dell’isola dei Conigli e Cala Galera. Da terra stanno operando anche carabinieri e uomini della Guardia di Finanza. Attualmente, le persone recuperate sono giunte in porto a Lampedusa. Secondo quanto riferito dalla Guardia Costiera, non sono stati avvistati corpi privi di vita.
Due naufraghi sul molo di Lampedusa si disperano perché tra le persone salvate non ci sono le loro mogli. I due uomini, un giovane eritreo e un libico, sperano che i soccorritori, che stanno perlustrando l’area, possano individuare e mettere in salvo le due donne. (ANSA)