Niente messa di Natale in una scuola di Agrigento, la preside: ”E’ la legge”

La preside dell’istituto comprensivo ‘Agrigento centro’ annulla il precetto natalizio su richiesta di alcuni genitori. Niente messa di fine anno, quindi, come da tradizione per gli alunni delle scuole Lauricella e Garibaldi. Una scelta che ha provocato un’ondata di reazioni polemiche, innanzitutto sui social con l’intervento di alcuni genitori contrari e da parte della politica con l’attacco del commissario cittadino della Lega, Francesco Di Mare, e del capogruppo al consiglio comunale Nuccia Palermo che hanno invitato la dirigente a fare un passo indietro e “rispettare le tradizioni cattoliche senza colpi di spugna”. A seguire anche l’intervento polemico di Forza Nuova che invita a rinunciare anche “ai benefici delle vacanze”. “I genitori degli alunni e le associazioni – dice all’AGI Anna Gangarossa, la preside al centro del caso – mi stringono la mano per la scelta che ho fatto. Sono rispettosa del pluralismo e soprattutto sono una donna di legge, per questo devo attenermi alle norme che mi impongono di non impegnare ore curriculari al culto visto che la scuola deve essere laica e ci sono precise regole imposte dal ministero dell’Istruzione”. La dirigente prosegue: “La mia e’ stata una decisione sofferta ma giusta, mi si accusava di impegnare ore del percorso scolastico in attivita’ religiose, come e’ il precetto, e cio’ non era possibile. Ho solo applicato la legge, dispiace essere attaccata da chi vuole strumentalizzare la vicenda per scopi politici”. (AGI)