Piersanti Mattarella ucciso 40 anni fa, seduta solenne domani all’Ars

Per ricordare la figura di Piersanti Mattarella, assassinato quarant’anni fa a Palermo dalla mafia, l’Assemblea regionale siciliana terra’ domani, alle 11, una seduta solenne a Sala d’Ercole alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella, fratello dell’allora presidente della Regione siciliana colpito a morte nel giorno dell’Epifania nel 1980. Sono previsti gli interventi del presidente dell’Ars, Gianfranco Micciche’ e del governatore Nello Musumeci. Alle 9, in via Liberta’ sul luogo dell’omicidio, saranno deposte corone di fiori da parte delle autorita’ per ricordare l’uccisione il presidente della Regione. Alle 9.30 il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, con una cerimonia, attribuira’ al Giardino Inglese il toponimo “Parco Piersanti Mattarella – Giardino all’Inglese” e sara’ collocata nel parco una lapide in memoria del politico Dc assassinato.

“Piersanti Mattarella – ha affermato il sindaco – fu vittima degli interessi intrecciati della mafia e di un sistema politico-affaristico che erano stati fortemente indeboliti dalla sua attivita’ politica e amministrativa. Anche grazie anche alla volonta’ e capacita’ di coinvolgere e far dialogare culture e sensibilita’ politiche diverse, il presidente Piersanti Mattarella aveva, infatti, promosso e realizzato importanti riforme che miravano a costruire in Sicilia una comunita’ piu’ giusta, solidale, rispettosa del territorio, della legalita’ e dei diritti”. Tante le iniziative messe in campo a Castellammare del Golfo (Tp) dove Piersanti Mattarella era nato: l’amministrazione comunale lo commemorera’ con una messa in memoria che sara’ celebrata alle 11 nella chiesa Madre. Dopo la messa il sindaco Nicola Rizzo guidera’ il corteo di autorita’ civili e militari che dall’ingresso del cimitero comunale raggiungera’ la chiesetta dove sara’ deposta una corona d’alloro sulla tomba di Mattarella. Seguira’ un momento di preghiera celebrato da don Fabiano Castiglione. (ANSA)