Stabilizzazione precari Agrigento, Russo Introito: “Sollevati da risultato, ma ora si pensi al personale Asu”

La segreteria provinciale della Cisl Funzione Pubblica, attraverso il segretario generale delle province di Agrigento, Caltanissetta ed Enna, Floriana Russo Introito, esprime soddisfazione per il ricomponimento della vertenza precari al comune di Agrigento. “Siamo sollevati non solo dal fatto che i lavoratori abbiano potuto firmare il contratto, tanto atteso e per certi versi insperato – dice Russo Introito – ma anche dal rispetto degli impegni presi da parte dell’Amministrazione comunale, che ha già pubblicato nei giorni scorsi gli atti propedeutici per ottenere l’integrazione del monte orario fino a 25 ore. Un provvedimento giusto ma anche indispensabile per il corretto funzionamento degli uffici comunali e che tra l’altro non è un punto di arrivo, semmai di partenza per giungere alle assunzioni a tempo pieno. Fin dall’inizio di questa vicenda – continua Russo Introito – la Cisl Fp ha osservato con attenzione, ma senza pregiudizio, l’evolversi dei fatti, e oggi riconosciamo a chi si è assunto l’onere di non dichiarare il dissesto grande responsabilità amministrativa, anche alla luce del fatto che oggi i comuni a non potere stabilizzare sono quelli che, contro le nostre perplessità mostrate alla presenza dei lavoratori e dei rappresentanti delle amministrazioni, hanno caparbiamente sostenuto le ragioni del dissesto. Il prossimo passo – ammonisce però Russo Introito – data la disponibilità dell’Amministrazione è quello di seguire le procedure per la stabilizzazione del personale Asu”.