Dazi Usa: Bellanova sollecita azione forte dell’Europa

Un’azione forte dell’Europa contro i Dazi Usa: la sollecita la ministra alle Politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova, nella lettera inviata al commissario europeo per l’Agricoltura, Phil Hogan, in missione martedi’ a Washington. Lo rende noto il ministero. “Non un minuto da perdere e un’azione forte dell’Europa”, e’ l’appello di Bellanova, che invita a “costituire immediatamente un fondo ad hoc, senza assolutamente intaccare le risorse Pac, per affrontare questa e altre crisi commerciali e soprattutto, nell’immediato, sostenere le aziende dell’agroalimentare italiano ed europeo colpite ingiustificatamente dai Dazi”. Nella lettera c’e’ anche l’invito a “mantenere l’unita’ d’azione europea e la coesione tra gli Stati membri che la strategia dell’amministrazione statunitense sta a colpi di Dazi tentando di minare”. Dopo la prima lettera dell’ottobre scorso e gli incontri a Bruxelles, Bellanova torna a sollecitare Hogan perche’ metta in campo “ogni sforzo negoziale per scongiurare la penalizzazione che rischia di colpire ulteriormente da subito, e con un peso che si annuncia infinitamente maggiore del precedente, l’agricoltura e l’agroalimentare europei”. Per Bellanova e’ fondamentale “mantenere l’unita’ d’azione dell’Unione Europea e la coesione tra Stati membri. Coesione che rischia invece di venire meno, laddove le nuove misure venissero a colpire in maniera sproporzionata alcune categorie di prodotti agroalimentari europei”. Dopo il settore lattiero-caseario, per Bellanova l’ampliamento ipotizzato nella lista finirebbe per colpire in Italia “filiere strategiche come quelle viti-vinicole, delle carni lavorate, dell’olio di uliva e degli agrumi. L’impatto non sarebbe sostenibile per le nostre imprese che hanno investito molto in questi anni e che, senza adeguate misure compensative, resterebbero di fatto escluse dal mercato americano”. (ANSA)