Campagna anti alcol sessista in Sicilia, Donne Verdi: ”Regione si scusi”

“In quale epoca vive l’Assessore alla Salute della Regione Sicilia? Nel 2020, ci sembra assurdo il cattivo gusto utilizzato nell’approvare una pubblicita’ ‘regresso’ che tenta di diffondere un messaggio di per se’ condivisibile ma lo fa sminuendo il corpo della donna, in un momento in cui il fenomeno del femminicidio non accenna a placarsi. Nello Musumeci si scusi per la caduta di stile della Regione di cui e’ presidente e ritiri l’incarico all’assessore”. Cosi’, in rappresentanza delle Donne Verdi, Elena Grandi e Fiorella Zabatta, rispettivamente co-portavoce nazionale e componente dell’Esecutivo nazionale dei Verdi, in riferimento alla campagna di sensibilizzazione dell’Assessorato siciliano alla Salute contro l’abuso di alcol tra le donne. Comparsa sul sito istituzionale “Costruire salute” e ritirata 24 ore dopo, ritraeva il volto di una donna con due grandi calici di vino rosso a simboleggiare il seno. “La questione della dipendenza da alcol – proseguono le due ambientaliste, – nella fattispecie rispetto all’abuso da parte delle donne, problematica che ha le sue peculiarita’, e’ un tema talmente serio e delicato che non puo’ essere rappresentato visivamente da due coppe come seno della donna. Ancor piu’ grave considerato che si tratta di una comunicazione istituzionale di una pubblica amministrazione”, concludono Grandi e Zabatta. (ITALPRESS)