Cattolica Eraclea, l’opposizione su esonero Imu per pensionati all’estero: ”La maggioranza illude gli emigrati”

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del gruppo consiliare di minoranza Cattolica Eraclea nel Cuore guidato da Giuseppe Giuffrida.

“Il Gruppo Consiliare Cattolica Eraclea nel Cuore, avendo letto sul sito comunicalo.it l’intervista dell’on. Garavini di Italia Viva, che l’Amministrazione comunale di Cattolica Eraclea ha approvato una mozione che esonera i concittadini pensionati residenti all’estero dal pagamento dell’IMU sull’immobile posseduto nel comune di Cattolica Eraclea , fa rilevare quanto segue:
• I consiglieri comunali di maggioranza hanno presentato una mozione per “eliminazione o riduzione dell’imposta IMU a carico degli italiani, pensionati residenti all’estero e proprietari di immobili nell’area comunale” impegnano con la mozione la Giunta Comunale a valutare la possibilità di eliminare o ridurre l’IMU a carico dei pensionati italiani residenti all’estero iscritti all’A.I.R.E.;
• Fa rilevare che la predetta mozione non è stata ancora approvata dal Consiglio Comunale .
• Fa rilevare che la Legge di Bilancio del 2020 ha eliminato la norma introdotta dalla Legge 80 del 2014 che prevedeva l’esenzione dall’IMU per i pensionati italiani residenti all’estero, titolari di pensione estera o in convenzione internazionale e proprietari di abitazione in Italia non locata o data in comodato d’uso.
• Fa rilevare che al fine di ripristinare la norma introdotta con legge 80/2014 è necessario la delibera di Consiglio Comunale che consenta ai pensionati iscritti all’A.I.R.E. di non pagare l’IMU per la prima casa e non una semplice mozione che impegna l’Amministrazione Comunale, è necessario altresì modificare il Regolamento Comunale per codificare il predetto diritto.
Pertanto alla luce, delle predette considerazioni la maggioranza che sostiene il Sindaco Borsellino non fa altro che illudere i poveri emigrati, ai quali ha fatto pagare per la seconda casa dal 2014 ad oggi una sanzione del 30% sul mancato pagamento dell’IMU nonostante il gruppo consiliare Cattolica nel cuore aveva presentato un condono per eliminare questa esosa sanzione”.