Agrigento, il sindaco: Museo civico pronto entro l’estate (VIDEO)

“I lavori al museo civico di piazza Pirandello sono in fase di completamento: si tratta di un intervento iniziato alla fine del 2016 e finalmente, entro la prossima estate, verrà consegnato alla città”. Lo ha detto il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, ieri a margine di un sopralluogo nel cantiere di ristrutturazione del museo civico che si trova di fronte al palazzo comunale. “L’investimento complessivo – ha spiegato il primo cittadino in un videocomunicato – è di 750 mila euro sia sulla parte edile sia su quella degli arredi. Ospiteremo qui la pinacoteca della nostra città, ricambiamo in qualche modo la fruizione dell’intera piazza Pirandello”.
Nelle sale espositive dovrebbero trovare spazio beni demoetnoantropologici e la Collezione Sinatra attualmente ospitata nei locali dell’ex Collegio dei Filippini. La collezione comprende, tra l’altro, 22 quadri di Lojacono, Mirabella e Camarda ed è frutto di un’importante donazione da parte di Giuseppe Sinatra. Uomo di grande cultura e sensibilità artistica, Sinatra era legato da grande amicizia a quegli artisti, soprattutto al pittore Francesco Lojacono – considerato il più importante paesaggista dell’Ottocento siciliano, tra i primi pittori ad utilizzare la fotografia come riferimento per realizzare le sue opere – e aveva acquisito numerosi dipinti, riuniti prima nella casina di sua proprietà nella valle dei Templi di Agrigento e poi nella palazzina Liberty di viale della Vittoria. Deciso a destinare la cospicua raccolta alla pubblica fruizione, nel 1933 Sinatra avvia le procedure per la cessione al Museo civico di Agrigento di parte delle opere. Nel 1961 il fratello Francesco, ispettore ai Monumenti, dona gli altri dipinti.

Oltre al progetto da 750 mila euro in fase di completamento, nel museo civico saranno realizzati altri lavori nell’ambito dell’Agenda Urbana. “Su Agenda Urbana – ha spiegato Firetto – faremo il secondo step, abbiamo ottenuto il finanziamento di un milione di euro che è già nella disponibilità del Comune e che ci consentirà di poter risistemare l’intera parte inferiore dell’intero museo civico, sia per rifunzionalizzarlo dentro i percorsi museali sia per un’area conferenze”. Agenda Urbana è la piattaforma nazionale promossa e realizzata da Anci e Ifel che raccoglie le esperienze progettuali implementate dalle città italiane. All’interno della piattaforma le città raccontano le proprie iniziative innovative, i bisogni a cui rispondono, i costi sostenuti, gli impatti avuti sulla qualità della vita delle persone e le condizioni di replicabilità in altri contesti urbani. E’ uno strumento operativo di mappatura, raccolta e catalogazione degli interventi progettuali sulle città intelligenti in tutto il territorio nazionale; ha l’obiettivo di offrire un supporto a Comuni di ogni dimensione sia in termini di idee ed esperienze da replicare, sia per la creazione di una rete di soggetti in grado di promuovere innovazione nei territori. La piattaforma di Agenda Urbana consente alle città di rendere pubblici i dati e le proprie iniziative progettuali in modo da incentivare la condivisione, l’apprendimento e il riuso delle esperienze e raccontare le politiche urbane italiane in modo trasparente e coordinato.