Coronavirus, Palazzo Chigi: non viaggiare neanche per tornare in famiglia, serve sforzo in più da parte di tutti

“Gli spostamenti all’interno delle nostre citta’, strade e piazze vanno limitati ai soli motivi essenziali, alle sole esigenze realmente indifferibili, ovvero per andare a lavoro, per ragioni di salute o situazioni di necessita’. Queste le indicazioni dei provvedimenti adottati dal Governo, consultabili sul sito istituzionale. E’ il momento della responsabilita’ di tutti. Non si possono bloccare tutti i trasporti, altrimenti non si riuscirebbero a garantire i servizi essenziali e ad evitare che il Paese si fermi totalmente. Per questo va fatto uno sforzo in piu’ da parte di tutti. Anche da parte di chi lavora o studia in un’altra regione diversa dal luogo dove ha la propria famiglia o la residenza: non si sposti. Se si vuole davvero bene ai propri cari, e per il bene di tutti, vanno evitati questi viaggi. Proprio al fine di contrastare e contenere l’emergenza sanitaria da coronavirus, e nell’ambito degli interventi volti alla riduzione dei treni ordinari a lunga percorrenza, il Ministero dei Trasporti ha disposto da questa sera il blocco dei treni notturni”. Lo sottolineano fonti di palazzo Chigi.(AGI)