Coronavirus, Razza: trentamila tornati in Sicilia in una settimana e registrati sul sito della Regione

Sono trentamila i siciliani che sono tornati nell’Isola in una settimana e che si sono registrati sul sito messo a disposizione dalla Regione Siciliana. Un dato comunicato ieri dall’assessore alla Salute, Ruggero Razza, a Messina per controllare quanti arrivavano agli imbarcaderi dello Stretto. «Se trentamila cittadini hanno voluto registrarsi è perché intendono rispettare le regole. Dopo il 3 aprile vedremo quali sono stati i primi effetti di questo rigore», ha spiegato Razza come riporta il Giornale di Sicilia. «Le misure di pubblica sicurezza competono allo Stato», prosegue Razza, «e il dialogo tra la Regione e lo Stato è molto intenso anche in queste ore. Facciamo appello ai cittadini: chi deve ritornare in Sicilia lo faccia solo se indispensabile. Se non ci sono ragioni di indispensabilità, già ora il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri obbliga alla permanenza presso il proprio domicilio».