Coronavirus, sindaco di Agrigento: ”Servono più tamponi”

“Occorre misura. Ci vogliono più tamponi. In Sicilia e quindi nella nostra provincia il numero di questi esami è ancora troppo ridotto. Meno che in altre regioni “.  Così il Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto che dichiara: “È vero che  quando i tamponi risultano negativi richiedono un secondo esame. Che c’è il rischio di intasare i laboratori e di ritardare i tempi di risposta a altre analisi urgenti. Vero è che i nostri servizi sanitari regionali probabilmente non riescono a supportare un carico enorme. Quel che chiedo è misura. Mi pare che si stia adottando una linea fin troppo prudente sull’uso dei tamponi. Non vorrei che si tramutasse in leggerezza in  territori in cui l’epidemia è appena all’inizio. Abbiamo chiesto  alle persone il sacrificio dell’isolamento sociale, chiediamo di proteggerle con maggiori controlli. In altre regioni si è’ scelta la linea di un utilizzo molto più incisivo dei test diagnostici. Lo studio condotto nel paese di Vo’ in Veneto ha mostrato perlatro che molti soggetti positivi al virus possono anche essere asintomatici. La posta in gioco è’ molto alta : La salute nostra e dei nostri cari. Le strutture sanitarie sono chiamate ad uno sforzo straordinario per la sorveglianza epidemiologica finalizzata alla diagnosi ed all’isolamento  dei pazienti positivi che si è dimostrata come una misura efficace nel contenere il contagio. Ci aspettiamo dunque misure ed interventi adeguati alla gravità della attuale condizione di epidemia”.