Coronavirus, sindaco di Messina: ordinanze Musumeci carta igienica

“Dico al presidente Musumeci che se vuole rispetto per le sue ordinanze, che finora una parte si sono dimostrate carta igienica, deve pretendere una cosa banale molto semplice: che ci sia una banca dati unica tra i vettori con prenotazione on-line con una registrazione, una volta per tutte, di tutti i pendolari dello Stretto e cosi’ abbiamo una certificazione riscontrabile sempre”. Lo ha detto il sindaco di Messina Cateno De Luca che stasera protesta alla Rada San Francesco luogo dell’approdo della nave traghetto. “La protesta – spiega – nasce dopo che abbiamo chiesto, attraverso tutti i canali istituzionali, di essere ascoltati e che quello che si era messo in moto, come meccanismo per certificare i passaggi in Sicilia non funzionava tanto e’ vero che si continua ad attraversare lo Stretto e noi non sappiamo da dove proviene e dove va chi passa non c’e’ una banca dati per come prevede l’ordinanza del Presidente della Regione che ci consente a noi sindaci di capire se si sono messi in quarantena”. De Luca ha spiegato che l’ordinanza riguarda l’area comunale: “L’ordinanza che stiamo preparando prevede la chiusura del tratto dove c’e’ l’ingresso all’area comunale, la termineremo e la pubblicheremo tra poco. I vettori sanno che quando sbarcheranno macchine domani mattina rimarranno incolonnati perche’ io schierero’ la polizia municipale per fare rispettare la mia ordinanza”. (AGI)