Coronavirus, Antigone: misure alternative a detenzione, positivi anche agenti penitenziari

“Tutti i giustizialisti in prima fila a garantire che il posto più sicuro per non contrarre il Covid-19 fosse il carcere. Le notizie che giungono vanno in direzione opposta, in molte carceri detenuti e agenti di Polizia Penitenziaria sono già risultati positivi. Ultimo in ordine di tempo, risulta che l’ex deputato regionale Paolo Ruggirello, è stato sottoposto al tampone ed è risultato positivo”. E’ la denuncia di Pino Apprendi presidente di Antigone Sicilia, che sta seguendo da vicino la vicenda dell’ex deputato regionale in carcere per associazione mafiosa in attesa dell’inizio del processo. “Ruggirello si trovava al carcere di Santa Maria Capua Vetere e da giorni aveva chiesto di essere visitato in quanto febbricitante- dice Apprendi-Del caso si era occupato anche Carmelo Abbate il giornalista che aveva reso pubblica la denuncia della figlia. Quanto dobbiamo aspettare per rimuovere i pregiudizi legati alla possibilità di applicare misure di detenzione alternative al carcere a chi ne possiede i requisiti?”. (Ter/Adnkronos)