Coronavirus, Lamorgese: rischio iinfiltrazioni mafie in fase 2

“E’ uno dei momenti tra i più difficili nella Storia della Repubblica” e l’attuale fase di emergenza, che sta ricadendo sulle attività socio economiche, potrebbe evidenziare margini di inserimento della criminalità organizzata che potrebbe sfruttare la crisi di liquidità e avere mire sui finanziamenti nazionali ed europei. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, nel corso della audizione in Commissione Affari Costituzionali della Camera sulle iniziative di competenza del suo dicastero adottate per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il titolare del Viminale ha ricordato che su questi aspetti è già in essere un attività info-investigativa delle forze di polizia con particolare attenzione ai cosiddetti ‘reati spia’: estersione, usura, truffe per ottenere l’erogazione di finanziamenti pubblici, condizionamenti nel ciclo degli appalti pubblici. (askanews)