Donna uccisa nel Palermitano, in manette la nipote e due sicari assoldati da lei

I carabinieri hanno dato esecuzione, ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Termini Imerese nei confronti di tre persone ritenute responsabili, in concorso morale e materiale tra loro, dell’omicidio di Angela Maria Corona 48 anni e del successivo occultamento del cadavere. La donna e’ stata uccisa nei giorni a ridosso di Pasquetta e il corpo e’ stato gettato in un dirupo nei pressi della provinciale 16 che collega Bagheria e Casteldaccia. Secondo quanto accertato dai carabinieri, coordinati dalla procura di Termini Imerese, la nipote della vittima avrebbe assoldato due sicari affinche’ l’aiutassero ad uccidere Angela Maria Corona ed a occultarne il cadavere. Gli arrestati sono la nipote della vittima, Maria Francesca Castronovo, di 39 anni, e due extracomunitari che la donna avrebbe assoldato per uccidere la zia: Guy Morel Diehi, ivoriano di 23 anni, e Toumani Soukouna, maliano di 28 anni. L’uccisione di Angela Maria Corona, secondo quanto ricostruito dai carabinieri della compagnia di Bagheria, sarebbe avvenuto martedi’ 14 aprile. La donna sarebbe stata strangolata e poi infilata in un sacco e gettata nel dirupo.(ANSA)