Migranti: 116 da Lampedusa in Toscana, 70 a Porto Empedocle

Sono 150 i migranti all’addiaccio sul molo Favarolo di Lampedusa: 70 sono stati appena trasferiti a Porto Enpedocle, mentre altri 116 avevano lasciato l’isola questa madttina, prima diretti nella cittadina siciliana e da li’ verso la Toscana. Quarantaquattro migranti, che erano ospiti della Casa della fraternita’, gestita da don Carmelo La Magra, parroco di Lampedusa, sono stati trasferiti, invece, nell’hotspot di contrada Imbriacola dell’isola. Il gruppo era sbarcato domenica e il sacerdote, che non voleva lasciarli su molo, aveva aperto le porte della Casa della fraternita’ dove, comunque, non ci sono neanche letti. Nel frattempo sale la tensione in provincia di Agrigento. Sulla vicenda e’ intervenuto anche il sindaco della citta’, Calogero Firetto. “Serve subito – dice – un corridoio sanitario per i migranti. Premesso che Agrigento e’ stata ed e’ citta’ aperta e dell’accoglienza, in piena emergenza Covid -19 non posso tacere su quel che sta accadendo sulle nostre coste. E la situazione col bel tempo e’ destinata ad aggravarsi. I continui sbarchi di migranti richiedono interventi urgentissimi. Non si possono lasciare soli i singoli Comuni – aggiunge Firetto – a dover affrontare soluzioni di primissima accoglienza. Urge l’intervento del Governo nazionale a tutela della salute dei cittadini di Agrigento, che sono gia’ rispettosi delle regole di distanziamento sociale in atto nel Paese. Siamo frontiera, siamo gia’ da mesi in una situazione molto difficile e il Governo ci aiuti”. (AGI)