Coronavirus, via libera al decreto su scarcerazioni boss: la rivalutazione diventa immediata

E’ stato approvato ieri sera il decreto legge che fissa le nuove regole per le scarcerazioni dei mafiosi e stabilisce che esse dovranno essere verificate ogni 15 giorni per capire se i presupposti che le hanno giustificate sono ancora valide, alla luce delle mutate condizioni dell’emergenza sanitaria. La rivalutazione diventa immediata, anche prima della decorrenza dei termini indicati, se si identifica una struttura carceraria o reparti di medicina protetti adeguati alle condizioni di salute del detenuto. Prevista anche la possibile ripresa dei colloqui “di presenza” in carcere, a seconda delle situazioni sanitarie locali.  (askanews)