Migranti, sindaco di Porto Empedocle: nave-quarentana arrivata, obiettivo centrato

“L’aumento degli sbarchi ed il prevedibile loro intensificarsi durante la bella stagione, avevano destato altissima preoccupazione in relazione al pericolo di espansione dell’ epidemia e della vinificazione dei sacrifici finora fatti da tutti i cittadini. Con insistenza io, i sindaci di Lampedusa e di Pozzallo , tutti i sindaci agrigentini e l’ ANCI Sicilia abbiamo chiesto che , stante la pandemia in corso ed il pericolo per la popolazione determinato dagli sbarchi, siccome evidenziato dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), fossero adottate misure straordinarie per conciliare l’accoglienza con la tutela della salute di tutti.  In particolare abbiamo chiesto una nave- quarantena in cui gli immigrati potessero trascorrere il periodo di incubazione del virus, fosse possibile isolare gli eventuali casi positivi, in modo che ogni sbarco fosse sicuro per la salute di tutti.

Così la gente ha la tranquillità di sapere che chiunque verrà sbarcato nella terraferma avrà scontato la quarantena e verrà sottoposto a tampone. Per ottenere questo risultato ci sono state audizioni, video conferenze, contatti, appelli, a cui si è unito anche il Presidebte della regione Nello Musumeci e tutta la deputazione del M5S. In particolare si sono attivati i nostri deputati Filippo Perconti, Rosalba Cimino, Michele Sodano, a cui si sono uniti tutti i deputati siciliani del M5S a tutela delle coste della Sicilia. L’obiettivo è stato centrato: la nave – quarantena è arrivata e ciò ci consente di guardare alla questione degli sbarchi con maggiore serenità e di sedare l’allarme sociale e ci da la consapevolezza che non siamo soli ma lo Stato si preoccupa per noi e da le risposte che attendevamo”. Lo ha scritto in un post su Facebook il sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina, che ha aggiunto:

“Questa notte la nave-quarantena Moby Zaza  è arrivata: ha una capienza di quasi 300 migranti e dopo le verifiche lascerà il nostro porto e sI posizionerà a circa 2 o 3 miglia dalla costa: fuori dall’area Bravo 2, in rada Porto Empedocle. Quando sarà operativa verrà adibita all’accoglienza dei migranti che ospiterà in regime di quarantena. E’ prevista un’area per il confinamento di migranti con sintomi Covid-19 . Naturalmente ospiterà personale in assistenza sanitaria. Ringrazio i colleghi Sindaci dell’ Agrigentino che assieme a me hanno intrapreso questa battaglia per la tutela della salute di tutti e la serenità della nostra gente. Ringrazio il Ministro degli Interni Luciana Lamorgese , il sottosegretario Carlo Sibilia, il Prefetto Michele DI Bari , capo del Dipartimento dell’ Immigrazione, il Prefetto di Agrigento per l’ attenzione alle nostre giuste richieste e la prontezza delm’ intervento. Siamo convinti che la collaborazione tra le istituzioni , il superamento delle contrapposizioni sarà risolutivo rispetto alla vittoria sul Corona Virus. Insieme ce la faremo”.