Al via i lavori di pulizia e ripristino sezione idraulica del fiume Verdura

Dopo anni di attesa, finalmente al via i lavori di  pulizia  ed il ripristino della sezione idraulica del Fiume Sosio Verdura. “Il Genio Civile – si legge in una nota – ha rispettato l’impegno assunto  nei confronti del Presidente Musumeci e dei Sindaci  del bacino del Verdura,  riuscendo, nell’arco di un anno,  a redigere il progetto esecutivo,  acquisire  tutti i pareri necessari, approvare il progetto  ed appaltare i lavori”. “Siamo  riusciti ad intercettare le risorse necessarie ed a superare una serie di difficoltà dovute  ai vincoli ambientali che gravano sulla zona, afferma il Capo del Genio Civile Rino La Mendola, grazie all’impegno del Presidente Musumeci ed alla proficua sinergia tra il Dipartimento Tecnico ed i Dipartimenti Regionali della Protezione Civile e dell’Ambiente”.

I lavori – viene spiegato –  riguardano la pulizia ed il ripristino degli argini e della sezione idraulica  del Fiume Sosio-Verdura, per uno sviluppo  complessivo di circa 20 chilometri, compreso tra la dismessa linea ferroviaria, in  contrada Verdura del territorio dei Comuni di Sciacca e Ribera, ed il ponte sulla SS.386,  a cavallo del confine tra i Comuni di Burgio e di Chiusa Sclafani, interessando anche il territorio dei Comuni di Calamonaci, Caltabellotta e Villafranca Sicula. “Il progetto, aggiunge il Responsabile Unico del Procedimento  Arch. Alfonso Micciché, impegna complessivamente 6 milioni e mezzo di euro ed è stato suddiviso in cinque lotti, al fine di consentire alle imprese affidatarie di lavorare contemporaneamente, accelerando l’esecuzione dei lavori, che speriamo di concludere, almeno per la zona più esposta ad esondazioni,  prima delle piogge invernali”. “Sono  ben tredici, conclude La Mendola,  gli interventi  di sistemazione idraulica di corsi d’acqua che avvieremo entro il mese di giugno, in attuazione alle politiche di tutela del territorio promosse dal Governo Regionale ed in particolare dal Presidente Musumeci e dall’Assessore al ramo Falcone”.