Ambiente, il Wwf libera a Sciacca una tartaruga marina

Ha affrontato tre interventi, il primo per estrarre un amo dall’esofago, il secondo per asportare una lenza dall’intestino, il terzo per amputare la pinna anteriore destra gravemente compromessa, ma alla fine oggi John Peter Sloan, così è stata ribattezzata la Caretta caretta, è finalmente tornata libera in mare dal porto di Sciacca. Il ritorno in mare della tartaruga marina rientra nella campagna GenerAzioneMare del Wwf che per il terzo anno coinvolge volontari, ricercatori, pescatori, imprese. Fondamentale il contributo della Guardia Costiera che ha messo a disposizione due mezzi navali che hanno consentito di portare al largo e liberare in tutta sicurezza l’animale, in presenza dei volontari del Wwf Sicilia Area Mediterranea e della ripartizione Faunistica di Agrigento. La Caretta caretta è stata curata al Centro Recupero Fauna Selvatica Provinciale. (Adnkronos)