Migranti, sindaco di Porto Empedocle: perché ong sempre da noi?

“Non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale, ritengo che non si possa dare e togliere il pos a piacimento perche’ sembra una burla. Le regole o ci sono o non ci sono. Spero che ci sia una coerenza con le disposizioni normative, non capisco perche’ Porto Empedocle (Ag) sia l’unico porto sicuro di tutta Italia tanto da poter far scendere tutte le ong operati in zone Sar, prima, soprattutto, che sia stata acclarata la non positivita’ al Covid delle persone trasportate”. Lo dice il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina (M5s) in merito all’Ocean Viking che si dirigera’ verso Porto Empedocle. “Tutto questo crea un gravissimo danno d’immagine alla nostra comunita’, con forti ripercussioni economiche. Noi siamo a zero casi di Coronavirus, tuttavia siamo nell’occhio dell’attenzione internazionale, domani arrivera’ addirittura la tv nazionale tedesca – ha spiegato Carmina – come il paese dove stanno i migranti infetti. E’ una situazione penosa per una citta’ che si stava riprendendo, che ha tutte le caratteristiche per poter aver un futuro turistico roseo. E’ una operazione di assoluta discriminazione nei nostri confronti rispetto a tutti gli altri porti d’Italia. Mi pare veramente poco adeguato e fortemente discriminatorio. Ufficialmente non so nulla – ribadisce Carmina – . Siccome sono un sindaco e una istituzione, riterrei che se qualcosa deve avvenire nella mia citta’ mi debbano informare gli organi preposti, ossia la Prefettura o il ministero dell’Interno. Sanno perfettamente come rintracciarmi”. (ANSA)