Cattolica Eraclea, tre tunisini sanzionati per violazione norme anti Covid e sottoposti a quarantena obbligatoria

La polizia municipale di Cattolica Eraclea, guidata dal comandante Antonino Campisi, ha sanzionato tre tunisini che non hanno rispettato le norme di sicurezza anti Covid. In particolare, una donna tunisina è rientrata in paese senza registrarsi sull’apposito sito siciliasicura.costruiresalute.it, non è rimasta in isolamento domiciliare e ha avuto contatti con i propri familiari. Così per i tre tunisini, già sottoposti a quarantena obbligatoria, è scattata una sanzione da 400 euro a testa.

Ha scritto su Facebook il sindaco Santo Borsellino: “Viste gli ultimi riscontri sul Covid-19, mi premono ricordare alcune disposizioni. Tutte le persone che intendono recarsi a Cattolica Eraclea, Dall’italia e dall’estero, devono registrarsi presso il sito www.siciliasicura.it e dare comunicazione al comune tramite il numero 329 345 6958. Nel caso si avessero dubbi si può contattare il numero del dipartimento della Protezione civile regionale 800458787. Per tutte le persone che provengono dai seguenti stati: Bulgaria, Romania, Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Tunisia Uruguay, Thailand, Corea. Devono altresì registrarsi nel sito e contattare il numero e specialmente OSSERVARE LA QUARANTENA OBBLIGATORIA con controllo costante di tutta la cittadinanza. Chiunque venisse a conoscenza di nuovi ingressi non dichiarati è pregato di contattare le forze dell’ordine e gli uffici competenti. Sarà rispettata la privacy! Collaboriamo tutti per la sicurezza di tutti!”