MIgranti, lampedusana: bivacchi e rifiuti vicino al centro d’accoglienza

Una lampedusana, Rosy Matina, che ha un terreno vicino al centro di accoglienza dei migranti denuncia che il suo appezzamento e’ pieno di bottiglie, escrementi, rifiuti, resti di bivacchi e falo’ lasciati dalle persone che vivono nel centro. “E’ diventato una discarica a cielo aperto – dice Rosy Matina – Queste persone sono intoccabili ma a noi chi ci tutela?”. Secondo la donna gli ospiti del centro avrebbero anche mangiato i suoi capretti, galline e anche tre cani. L’ associazione italiana difesa animali e ambiente ha inviato questa mattina un’esposto alla procura di Agrigento per chiedere di indagare sulle dichiarazioni della donna. (ANSA)