Poliziotto ferito in rapina nell’Agrigentino, 2 arresti

Rapina a mano armata a un impianto di carburanti sulla strada statale 122, in provincia di Agrigento. Arrestato dalla polizia a Canicatti’, in fragranza di reato, Alessio Taibbi, 27enne nato a Caltanissetta, e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria Gian Piero Lo Giudice, nato in Svizzera, entrambi accusati di duplice rapina aggravata, danneggiamento aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. I poliziotti sono intervenuti dopo la segnalazione al commissariato di Canicatti’ del colpo commesso da due giovani col volto coperto, di cui uno armato di pistola, ai danni di una stazione di servizio. I due sono stati bloccati sulla strada sterrata di contrada Vecchia Dama, mentre erano a bordo di un furgone di colore bianco, con cui i rapinatori si erano allontanati. Prima di essere bloccati, i banditi hanno speronato ad alta velocita’ la Volante, provocando delle lesioni a uno degli agenti.

Gli agenti hanno riconosciuto perfettamente il conducente del veicolo, Lo Giudice e annotato la targa. La pattuglia, nonostante i gravi danni al veicolo, si e’ messa all’inseguimento del furgone, poi trovato abbandonato, in quanto danneggiato dall’urto con un’auto in quel momento ferma sulla carreggiata, utilizzata per la fuga dopo essere stata sottratta a un anziano che e’ stato ferito. Anche questo mezzo poco dopo e’ stato abbandonato sulla carreggiata. Uno dei malviventi e’ stato rintracciato nei pressi di un casolare di campagna, e identificato per Taibbi e tratto in arresto. Successivamente e’ stato individuato Lo Giudice in una casa abbandonata del centro storico, mentre tentava la fuga tra i tetti. Recuperata la pistola utilizzata, risultata a salve del tipo semi automatica, priva del tappo rosso, mentre addosso a Taibbi e’ stata trovata la somma di 195 euro, ritenuta parte del bottino. I due sono stati condotti nel carcere di Agrigento. (AGI)