Covid, Sicindustria: con vaccino inizia risalita economica e sociale

“Oggi non si scrive la parola fine, ma e’ senz’altro l’inizio della risalita”. Alessandro Albanese, vicepresidente vicario di Sicindustria saluta cosi’ il V-Day, il giorno in cui comincia anche in Sicilia la somministrazione delle prime dosi di vaccino anti-Covid. “Da dieci mesi facciamo i conti con una pandemia che ha messo al tappeto la nostra struttura economica e sociale- aggiunge Albanese- Siamo allo stremo e, pur nella consapevolezza che il percorso e’ ancora lungo e che ci vorranno mesi affinche’ la campagna vaccinale possa garantire la cosiddetta immunita’ di gregge, sappiamo che oggi si sta scrivendo una pagina di fondamentale importanza per tutti”. Il Covid, aggiunge Francesco Ruggeri, presidente della sezione ‘Strutture socio-sanitarie’ di Sicindustria, “si e’ insinuato nelle nostre vite sottraendo salute, serenita’ e la gioia della condivisione. Gli ospiti delle strutture socio-sanitarie stanno pagando un prezzo altissimo non solo in termini sanitari, ma anche sotto il profilo umano perche’ per garantirne la sicurezza non e’ piu’ stato possibile garantire le visite dei familiari. E questo per le persone piu’ anziane e fragili e’ un dramma. Abbiamo aspettato questo momento con ansia e non posso che essere felice e grato per il fatto che, in un giorno dal significato simbolico, si sia deciso di inserire per la somministrazione del vaccino anche 30 siciliani che rientrano nell’ambito delle Rsa”. (Sac/Dire)