Sicilia, Musumeci: ”Donne in giunta? E’ un lavoro che voglio portare avanti con riservatezza”

“La mia posizione e’ chiara. La donna in giunta c’e’ sempre stata e tutto e’ legato dall’offerta del personale dirigente da parte delle forze politiche. Ho lanciato un appello in tal senso e condivido la necessita’ di impegnare con ruoli importanti la donna in politica, ma non solo perche’ donna cosi’ come non avrebbe senso impegnare l’uomo solo perche’ uomo”. Cosi’ il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, e’ tornato sull’assenza delle donne nella sua giunta dopo le ultime modifiche. “Che la donna ha un valore aggiunto – sottolinea Musumeci – l’ho sempre sostenuto, tanto che i miei piu’ stretti collaboratori sono tutti al genere femminile”. Per la prossima giunta la quota rosa, “termine che non mi piace” spiega Musumeci, sara’ garantita dalla legge “questo ci consente di preparare la formazione di una nuova classe dirigente che tenga conto della quota femminile”.

“In Sicilia siamo ancora molto indietro – aggiunge Musumeci -, pensate che il Pd non ha una donna nel gruppo parlamentare all’Ars, solo per fare un esempio”. Quindi sul nuovo assetto della giunta tiene a specificare “non e’ stato un rimpasto e’ stata solo la sostituzione di due assessori. Se mi guardo indietro provo rossore di fronte ai 46 cambi di Crocetta”. Infine, tornando sulla composizione della giunta e una possibile nuova presenza femminile “e’ un lavoro che voglio portare avanti con la necessaria riservatezza. Non credo che sia il tema della politica regionale in piena pandemia, e’ un tema legato alla qualita’ della politica. Credo che la donna in politica offra una qualita’ in piu'”. (ITALPRESS)