Diciassettenne morta in un burrone nel Palermitano, fidanzato confessa l’omicidio

Ha confessato di avere ucciso Roberta Siracusa, la sua fidanzata. Il giovane di 19enne M.P. che aveva una relazione con l’adolescente trovata carbonizzata in un dirupo a Caccamo è nella caserma dei carabinieri di Caccamo e sta raccontando al magistrato di turno della procura di Termini Imerese cosa è accaduto da ieri mattina quando la vittima è scomparsa. Della sparizione di Roberta si stava già occupando da ieri la procura dei minori avvisata dai carabinieri che stavano iniziando le ricerche e sentendo le persone più vicine alla ragazza. Indagini in cui questa mattina c’è stata una svolta fino quando il 19enne si è presentato poco prima delle 9.30 in caserma accompagnato dai genitori e dall’avvocato difensore. Ha confessato ai militari dov’era il corpo della ragazza e li ha accompagnati sul luogo dove la 17 enne è stata abbandonata quasi completamente carbonizzata. (LaPresse)