Legambiente: in Sicilia progetti ecologici, no ponte Messina

In Sicilia Legambiente presenta progetti ecologici e sostenibili. E avverte: “no al ponte sullo stretto di Messina, all’aeroporto tra Barcellona e Milazzo, al porto hub a Marsala”, che bolla tutte come “proposte prive di visione strategica”. I progetti degli ambientalisti sono inseriti in una lista di 23 priorita’ di intervento, 63 progetti territoriali da realizzare in Italia, che l’associazione elenca in quello che chiama Recovery Plan per un’Italia piu’ verde. Secondo l’associazione degli ambientalisti, in Sicilia, tra gli interventi da finanziare c’e’ la realizzazione della rete ecologica siciliana, per connettere gli ambienti naturali; cosi’ come la realizzazione di interventi che contrastino il dissesto idrogeologico, il consumo di suolo, i processi di desertificazione, gli incendi. Grande enfasi viene data all’infrastruttura ferroviaria. In particolare, secondo Legambiente “vanno predisposti i collegamenti verso l’alta velocita’ Palermo-Catania-Messina tra la nuova stazione di Enna ed Enna Bassa, dove si trovano l’universita’ e il polo ospedaliero; il potenziamento, a partire dalla stazione di Xirbi-Caltanissetta, della linea che va a Canicatti’ fino ad Agrigento; l’elettrificazione della linea che da Canicatti’ va verso Gela, Comiso, Vittoria e Ragusa. Inoltre va realizzata una nuova linea ferroviaria che colleghi i centri di Agrigento, Realmonte/Siculiana, Montallegro/Cattolica, Ribera, Sciacca e Menfi con Castelvetrano e quindi la citta’ di Trapani. Legambiente accende i riflettori anche sulla raccolta differenziata (“bene in citta’ come Agrigento e Ragusa, male nelle metropoli Palermo, Catania e Messina) e sulla carenza di impianti per trattare l’organico differenziato. (ANSA)