Piazzò ordigno davanti negozio a Messina, condanna a 4 anni

I carabinieri della Compagnia di Siracusa hanno arrestato Christian Terranova, trentenne siracusano, colpito da un ordine di esecuzione di una pena di 4 anni di reclusione. Terranova e’ stato condannato per aver piazzato a scopo intimidatorio un ordigno esplosivo sull’ingresso di un negozio di abbigliamento, nel pieno centro di Santa Teresa di Riva, in provincia di Messina. La vicenda, per la quale i carabinieri della Compagnia di Taormina arrestarono al termine delle indagini anche un complice, risale al 2018, quando secondo la ricostruzione Terranova fu “ingaggiato” da un suo conoscente, proprietario di negozi a Catania e Siracusa con lo stesso franchising del negozio danneggiato, per piazzare l’ordigno ai danni della vittima. Quest’ultimo era capoarea per la Sicilia e la Calabria per l’azienda di riferimento. Il mandante credeva che con l’estromissione del capoarea si sarebbe potuto impadronire della sua fetta di mercato. Di qui la decisione di fargliela pagare. (ANSA)