Europa-Regioni: isole prime in Italia per numero scienziate

Nel 2019 Sardegna e Sicilia hanno impiegato piu’ donne delle altre regioni d’Italia nei settori scientifici: la quota rosa e’ arrivata al 37% del totale dei lavoratori. Lo ha reso noto Eurostat in occasione della Giornata Mondiale delle donne e delle ragazze nella scienza che si celebra il 10 febbraio. Maglia nera invece per Nord-Ovest e Sud d’Italia, rispettivamente al 33 e 34%, mentre il Centro ha registrato il 36% e il Nord-Est il 35%. La media italiana si e’ assestata sul 34%, con 400,000 scienziate e ingegnere contro circa il doppio (760,000) dei colleghi maschi. Le donne impiegate in questi settori restano una minoranza anche nel resto d’Europa, in media il 41%. A livello locale, scienziate e ingegnere superano la meta’ degli impiegati soltanto in alcune regioni spagnole, polacche, bulgare, portoghesi, svedesi, lituane, lettoni e danesi. Sotto il 30% il Baden-Wuerttemberg in Germania e il Lussemburgo. (ANSA)