Lampedusa, il sindaco: “Teatro Naturale” e “Memoriale delle Migrazioni” nella cava di Cala Francese

“Sono sempre stato convinto che fra i Diritti fondamentali della persona debba esserci anche il Diritto alla Cultura, inteso come opportunità di conoscenza e divulgazione delle diverse espressioni artistiche, di condivisione e scambio di idee, di tutela della Memoria Collettiva. Proprio per questo ho fortemente voluto portare avanti un progetto che farà nascere a Lampedusa, nel sito della ex Cava tra Cala Francese e Punta Sottile, uno spazio aperto al pubblico destinato ad ospitare manifestazioni musicali, teatrali, raduni ed eventi culturali. Il Teatro Naturale della Cava sarà dunque uno spazio di tutti noi Lampedusani, ma anche un sito di interesse turistico e culturale in grado di aumentare l’attrattività della nostra meravigliosa Isola”. Lo scrive su facebook il sindaco di Lampedusa e Linosa, che aggiunge:
“Il progetto è firmato dall’architetto Vincenzo Latina, già Medaglia d’Oro Architettura Italiana 2012 e Premio Architetto Italiano 2015, e coniuga vari tipi di intervento: il restauro ambientale, la riqualificazione territoriale, la valorizzazione socio-culturale ed anche economica in quanto, come detto, può diventare un luogo di importante valenza turistica. Nella stessa area sorgerà anche un Memoriale delle Migrazioni: un luogo di pausa e riflessione, di meditazione e di preghiera aperto a tutte le religioni e professioni di fede. Sarà collocata una imbarcazione utilizzata dai migranti per arrivare a Lampedusa e sulla parete perimetrale sud-est della Cava si prevede di realizzare un numero di fori (del diametro variabile da 100 mm a 50 mm) corrispondenti alle vittime, bambini e adulti, del tragico naufragio del 3 ottobre 2013: 368 morti accertati e 20 dispersi. Ma sarà anche un modo per ricordare tutte le vittime innocenti delle Migrazioni e per ribadire l’impegno di tutti affinché il Mediterraneo sia un Mare di Pace”.
La CUC (Centrale Unica di Committenza di Pantelleria, Lampedusa e Linosa, Ustica e Salemi) ha pubblicato l’avviso per l’individuazione della ditta che eseguirà i lavori, per i quali l’impegno di spesa è pari a 323.000 euro. Tutti gli interventi verranno effettuati in coerenza con le caratteristiche ambientali del sito e rispettando il fascino naturale di quel luogo, sia per quel che riguarda la scelta dei materiali ecologici che saranno utilizzati, che nella collocazione di elementi vegetali a parete. Le immagini allegate sono puramente indicative, ma danno l’idea di ciò che sarà realizzato”.