Vaccino, Schifani: sindaco di Corleone si dimetta

E’ polemica attorno al sindaco di Corleone, comune di poco piu’ di 10 mila abitanti a pochi chilometri da Palermo. Il sindaco Nicolo’ Nicolosi, infatti, ha avuto somministrato il vaccino anti Covid, nonostante non rientrasse tra le categorie che al momento hanno il diritto di essere vaccinate. “Il sindaco Nicolosi, se vuole ridare un minimo di dignita’ politica al proprio ruolo istituzionale, si dimetta subito senza alcun indugio insieme alla sua giunta”, dichiara Renato Schiafani, ex Presidente del Senato, raggiunto telefonicamente dall’agenzia Italpress. “La magistratura – continua Schifani – accertera’ come si siamo potute violare cosi’ spregiudicatamente le regole da parte di soggetti pubblici i quali non solo sono tenuti a rispettarle, ma a farle rispettare ai cittadini. Devono essere di esempio, in un momento in cui tutti gli italiani stanno combattendo, con grande dignita’ e sofferenza, una guerra sanitaria ed economica senza precedenti”.

“Dinanzi a questa guerra – aggiunge Schifani – dobbiamo essere tutti solidali e senza privilegi, perche’ a volte il privilegio ingiusto di un cittadino puo’ significare l’ingiusta sofferenza di un altro. Da tempo avevo denunziato che in Sicilia si stessero perpetrando abusi vaccinali, e totale assenza di rigidi protocolli nelle vaccinazioni, ma credo che con il caso di Corleone la misura sia colma. Nella mia regione ci sono milioni di cittadini, come il sottoscritto, che rispetteranno le regole attendendo il proprio turno, perche’ le emergenze si combattono con la responsabilita’ e la solidarieta’ – conclude Schifani -. Tutti siamo a rischio, ma il mio diritto alla salute giammai potra’ limitare il diritto degli altri”. (ITALPRESS)