Covid, boom di positivi a Raffadali: il sindaco blinda la città e chiede la zona rossa

Stretta a Raffadali dopo l’esponenziale aumento di casi nelle ultime 24 ore. Il sindaco Silvio Cuffaro ha firmato in serata una nuova ordinanza con cui dispone misure restrittive per contenere il contagio in attesa di una risposta dal governatore Nello Musumeci a cui è stata chiesta l’istituzione della zona rossa. Già nei giorni scorsi il primo cittadino aveva invitato la popolazione a mantenere alta l’attenzione con un video si facebook. “Decisioni drastiche e coraggiose ma ritenute da quasi tutti inevitabili, visto che gli inviti alla prudenza degli ultimi tempi non sono stati recepiti da tutti, dichiara Cuffaro. Da domani nuove regole per tutti, controlli che saranno intensificati da parte delle forze dell’ordine, con la speranza che tutto ciò possa servire per cambiare le cattive abitudini di alcuni che stanno mettendo in difficoltà un’intera comunità”.

Con la nuova ordinanza si chiudono tutte le scuole, con attivazione della didattica a distanza, e si limitano le uscite dalla propria abitazione soltanto per “ gli acquisti essenziali, ad eccezione di quelle per i farmaci, vanno limitate ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare. tranne le persone ultrasettantenni, e le persone con disabilità che hanno necessità di farsi assistere da un accompagnatore”. Stretta anche sui funerali dove “la partecipazione alla cerimonia funebre e all’accompagnamento del feretro all’ultima dimora solo agli stretti congiunti e al personale addetto alle imprese funebri evitando le visite di lutto a casa.” Inoltre “è interdetta la fruizione delle aree a verde pubblico e dei parchi-gioco delle ville Comunali di Piazza Progresso e Saetta –Livatino; chiuso il campo di calcio comunale e che “’ingresso al Villaggio della Gioventù di Raffadali sarà consentito soltanto tramite prenotazione in orario antimeridiano in n .di 10 persone ogni ora al n. 0922/473667 (per i giorni di sabato e domenica la prenotazione sarà possibile entro il giorno di venerdì fino alle ore 13:00) al fine di consentire ai cittadini lo svolgimento individuale, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, di attività sportiva o attività motoria, (running – jogging – footing) purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri. Inoltre, si fa invito ai “medici di famiglia a segnalare al Comune di Raffadali la necessità di consegnare a domicilio le ricette di soggetti fragili affetti da patologie croniche” e ai “dottori farmacisti di comunicare i farmaci per gli assistiti suddetti al Comune di Raffadali che provvederà al loro recapito a domicilio.”