Lipari e Panarea, albergatori impegnati nella tutela dell’ambiente abbandonano la plastica monouso

Da oggi gli imprenditori del settore dell’ospitalità di Lipari e Panarea, isole pilota del progetto, potranno contare su una task force guidata da Mia Caleca e Pippo Manera, che li supporterà nel gestire al meglio il passaggio all’eliminazione della plastica usa e getta. La pandemia infatti, con il suo dispendio di materiale monouso, ha purtroppo rallentato anche a livello globale un percorso pienamente avviato istituzionalmente dal Comune di Lipari che già a partire dal 1 gennaio 2020 aveva vietato il commercio e l’utilizzo di plastica usa e getta su tutte le isole che rientrano nella sua amministrazione.
L’iniziativa di Marevivo e Oceanic Global, supportata da Aeolian Islands Preservation Foundation, vuole incentivare gli imprenditori all’inizio di un percorso, ma anche premiare e valorizzare quelle strutture che già da tempo hanno messo fra i propri obiettivi quello di coniugare le esigenze dello sviluppo economico con i principi della sostenibilità. I tre partner forniranno alternative plastic free al settore dell’ospitalità e del turismo sulle isole, implementando il programma di Oceanic Global, The Oceanic Standard (TOS), e adattandolo alle specifiche esigenze del territorio. Il programma Oceanic Standard è una risorsa open source creata da Oceanic Global in collaborazione con centinaia di fornitori sostenibili e partner industriali esperti, con edizioni locali sviluppate per cinque paesi ad oggi.
Il Chairman della Fondazione, Cav. Luca Del Bono, dichiara: “Siamo estremamente felici di portare avanti questo progetto con Marevivo e Oceanic Global, un’iniziativa che avvalora ciò che è stato fatto negli ultimi anni per disincentivare il consumo di plastica dalle amministrazioni locali e dalle associazioni con cui la fondazione collabora. AIPF ha particolarmente a cuore il tema dell’inquinamento e continuerà a sostenere iniziative che tutelino la natura delle Isole Eolie.”
A disposizione di tutti coloro che vorranno aderire all’iniziativa ci sarà una guida digitale informativa su come eliminare la plastica monouso, sulle alternative esistenti e i fornitori che le trattano, su come migliorare la comunicazione in materia con il proprio team e con i clienti.
Ma non solo: la guida si pone anche come uno strumento utile sia per accrescere le proprie competenze e sapersi così orientarsi fra le terminologie maggiormente usate ma non sempre facilmente comprensibili per i non addetti ai lavori, sia per aumentare la consapevolezza sull’importanza di acquisire comportamenti e pratiche sostenibili per proteggere l’ambiente e il mare.
“Questo progetto – dichiara Laura Gentile, Project Manager Marevivo – è una grande occasione per ripensare le priorità a cui far fronte, soprattutto in un momento difficile come questo, e ridisegnare, con opportune leggi, scelte politiche e imprenditoriali, un sistema di produzione e consumo più sano e sostenibile. Le scelte che anche gli operatori del settore turistico attueranno da adesso in poi contribuiranno a determinare il futuro e a proteggere il nostro pianeta e gli ecosistemi dalle minacce causate dalle azioni dell’uomo”.
Cassia Patel, Direttrice del programma di Oceanic Global, afferma: “Siamo entusiasti di collaborare con Aeolian Preservation Foundation (AIPF) e Marevivo per implementare il nostro programma nelle isole di Lipari e Panarea. Il settore dell’ospitalità / del turismo riveste un ruolo importante nel favorire il cambiamento, ispirando sia la comunità che i visitatori ad adottare comportamenti consapevoli per costruire un futuro rigenerativo, soprattutto nelle isole dove l’impatto umano sui mari, come l’inquinamento da plastica, è più visibile”.
A certificare infatti l’impegno preso dalle strutture aderenti è un sistema di badge TOS, ovvero di riconoscimenti che verranno assegnati partendo dal basilare “Sustainability Steward” per passare all’“Ocean Champion” ed arrivare al più ambito “Plastic-Free Hero”, attestando così il livello raggiunto dalle strutture con le proprie azioni.
Marevivo e Oceanic Global hanno sviluppato nell’ambito delle rispettive mission percorsi rivolti al settore del turismo (bar, hotel, B&B, ristoranti, lidi balneari) con l’obiettivo di aiutare gli imprenditori nel passaggio all’eliminazione della plastica usa e getta fornendo linee guida che facilitino il processo di cambiamento. Le due Associazioni condividono i medesimi valori rispetto all’importanza di proteggere e conservare le risorse oltre che sensibilizzare i cittadini sul tema rifiuti con particolare attenzione all’impatto sull’ambiente della plastica usa e getta.