Vaccini, Anci Sicilia: moltiplicare centri in tutta l’isola

L’Anci Sicilia, in occasione della visita del Commissario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, in programma per domani, a Palermo e Catania, invita le massime autorita’ nazionale regionale e ad adoperarsi perche’ si possano moltiplicare i centri per la vaccinazione in Sicilia e perche’ si evitino le lunghissime code registrate, in questi ultimi giorni, nei pochi hub vaccinali dell’Isola. “Gli Enti locali siciliani ribadiscono, ulteriormente, la propria disponibilita’ a mettere a disposizione siti idonei a permettere, in maniera piu’ agevole ed efficiente, le vaccinazioni anti Covid in Sicilia” ha dichiarato Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia. “Come citta’ metropolitane siamo disponibili – continua il presidente Orlando – a rendere immediatamente fruibili, come nel caso di Palermo, i nostri palazzetti dello Sport che potrebbero essere utilizzati per l’inoculazione di vaccini che non necessitano di particolare attenzione nei metodi di conservazione. L’utilizzo di questi spazi, muniti di impianti di riscaldamento e relativi ampi parcheggi, semplificherebbero le operazioni, evitando insopportabili e mortificanti code che spesso scoraggiano i tanti cittadini, costretti ad affrontare lunghi viaggi per spostarsi dai propri comuni di residenza e scongiurerebbero assembramenti che possono trasformarsi in pericolosi focolai di contagio”. “Non e’ accettabile che in un solo luogo fisico, come la Fiera del Mediterraneo, sia stato effettuato il 10 per cento delle vaccinazioni totali. Per implementare le vaccinazioni – conclude Orlando – occorre prevedere un numero significativo di centri vaccinali distribuiti nel territorio in maniera omogenea ed evitare che disagi e lunghe attese scoraggino i cittadini. Evitiamo di trasformare un importante impegno a vantaggio della salute di tutti in un’occasione mancata”. (ANSA)