Corsa clandestina di cavalli interrotta gara nel Siracusano, 16 denunciati

I carabinieri interrompono una corsa clandestina di cavalli nel Siracusano, sulla strada “Maremonti”. Sequestrato un cavallo e denunciate 16 persone. Dopo le notizie di una possibile gara, i militari della Compagnia di Noto sono intervenuti sull’asse stradale che collega Canicattini Bagni e Noto a Palazzolo Acreide. E intorno alle 4:30 hanno intercettato circa dieci motociclisti che si erano disposti ai bordi della carreggiata in attesa dei cavalli. L’intervento dei militari, conclusosi con la sanzione amministrativa per tutti gli interessati ai sensi della normativa anti-Covid, ha impedito di fatto l’inizio svolgimento della gara clandestina, che tuttavia gli organizzatori avevano evidentemente deciso di posticipare solo di qualche ora. In effetti, ormai in pieno giorno, non curanti del passaggio di numerose vetture, decine di giovani a bordo di moto si erano dati nuovamente appuntamento lungo la Maremonti. Gli spettatori hanno bloccato il traffico locale, impegnando quasi interamente le due carreggiate e obbligando gli automobilisti in transito a farsi da parte. Tra queste, pero’, ve ne era una dei carabinieri di Noto che, ponendosi al centro della carreggiata e azionando le sirene, ha interrotto la corsa clandestina. ne era scaturita la fuga dei partecipanti nelle campagne circostanti. L’immediato sopraggiungere di altre pattuglie ha permesso di individuare tra i campi 16 partecipanti alla gara che sono stati denunciati. Rintracciato anche uno dei cavalli, posto sotto sequestro e affidato alle cure dei veterinari. (AGI)