Catturato latitante al confine con la Slovenia, era ricercato su mandato della procura di Agrigento

L’assiduo controllo condotto sulla linea di confine con la Slovenia, da parte dei militari del I Gruppo della Guardia di Finanza di Trieste, ha permesso, nella mattinata di domenica 25 aprile, di arrestare presso il valico internazionale di Fernetti, un cittadino rumeno sul quale pendeva un ordine di carcerazione emesso dall’Autorità giudiziaria di Agrigento nel 2019. Il latitante in questione, al momento del fermo, si trovava a bordo, in qualità di passeggero, di un autoveicolo con targa rumena, alla cui guida vi era un altro cittadino rumeno, in entrata nel territorio nazionale dal valico di Fernetti. I Finanzieri, richiesti i documenti d’identità degli occupanti l’automezzo hanno proceduto, come di consueto, alle operazioni di riscontro di eventuali precedenti di polizia dei controllati, attraverso la sala operativa del Comando Provinciale di Trieste. Da subito, però, i militari hanno notato nel passeggero dell’automezzo un atteggiamento alquanto nervoso ed insofferente che li aveva particolarmente insospettiti. La conferma ai loro sospetti è arrivata dopo qualche minuto allorquando i colleghi della sala operativa comunicavano loro che il passeggero fermato era sottoposto, fin dal 2019, ad un ordine di carcerazione da parte dell’Autorità Giudiziaria di Agrigento per reati contro il patrimonio. Immediatamente è scattato l’arresto nei confronti del cittadino rumeno ed il conseguente trasferimento presso la Casa Circondariale di Trieste, a disposizione dell’Autorità giudiziaria competente. (Adnkronos)