Livatino, lenzuoli nei balconi a Canicattì e tanta gente nella tomba del giudice beato

Lenzuoli ai balconi e immagini del giudice Livatino nelle finestre a Canicatti’ (Ag) e nel resto della diocesi alla vigilia della cerimonia di beatificazione in Cattedrale ad Agrigento. A Canicatti’ e’ stata una giornata intensa di visite e avvenimenti. La “Cappella Livatino Corbo” al cimitero di via Nazionale e’ stata visitata in maniera ordinata e con distanziamento da centinaia di persone. Tutti per lasciare un fiore e raccogliersi in meditazione. Sono passati per una visita pure il vescovo emerito di Cefalu’ (Pa), Vincenzio Manzella, e il cappellano militare Salvatore Falzone che proprio nelle mani di Livatino presto’ il giuramento di rito quale guardia carceraria nel 1990, per poi decidere di tornare agli studi in seminario e farsi prete. Dopo la chiusura serale della cappella a San Domenico veglia di preghiera anche questa a numero chiuso, a presiedere il vescovo coadiutore don Alessandro Damiano che a fine mese assumera’ la piena titolarita’ alla guida dell’Arcidiocesi di Agrigento. Domani alle 10 la solenne Beatificazione in cattedrale ad Agrigento. (ANSA)