Scuola, Flc Cgil: record di domande Ata in Sicilia indice di grande crisi

“Il record di domande presentate in Sicilia per l’inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto del personale Ata e’ indice di una crisi occupazionale drammatica”. Lo dice Adriano Rizza, segretario regionale della Flc Cgil Sicilia. “La Sicilia – spiega – detiene il primato nazionale con 265.200 domande. Un dato allarmante se si considera che in regioni piu’ popolose come Lombardia, Lazio e Campania ne sono state presentate rispettivamente 234.130, 245.625 e 230.668”. A livello territoriale invece la provincia con piu’ domande e’ Palermo 68.367, seguita da Catania 69.247, Messina 35.194, Siracusa 20.395, Ragusa 19.996, Trapani 19.445, Agrigento 13.080, Caltanissetta 11.889 ed Enna 7.585. “Ricordiamo che i profili professionali per i quali i candidati concorrono – aggiunge Rizza -, attraverso la formulazione di una graduatoria per titoli, sono quelli di assistente amministrativo, collaboratore scolastico, assistente tecnico, addetto alle aziende agrarie, cuoco, infermiere e guardarobiere. Tali graduatorie hanno una validita’ per il triennio 2021/2023 e sono utili a coprire le supplenze temporanee, nelle 30 scuole indicate dagli aspiranti, gia’ a partire dal prossimo anno scolastico. Consapevoli che i posti disponibili – conclude – non riusciranno minimamente a soddisfare questa grande domanda di lavoro, chiediamo al governo regionale e nazionale il massimo impegno per utilizzare le risorse del Recovery fund per lo sviluppo e l’occupazione al Sud”. (Dire)