Montallegro, il commissario Zarbo replica al Pd: ”Provocano tentando una volgare campagna elettorale”

Riceviamo e pubblichiamo nota del commissario straordinario del comune di Montallegro in replica al circolo locale del Pd guidato dal segretario Giuseppe Piruzza.

“È da mesi che provocano tentando una volgare campagna elettorale. Mi hanno  ‘rimproverato, accusato, minacciato’ : 25 aprile, cimitero, manutenzioni, ecc.ecc. ecc…. (per non voler dire altro). Abbiamo fatto 29 buone ordinanze, delibere di Giunta e di Consiglio. Abbiamo approvato rendiconti e bilancio 2020 e a giorni con grandissime difficoltà “per quanto trovato” e per quanto non trovato adempiuto  per le tantissime  inadempienze, scadenze non solo amministrativo-contabile. (vecchi debiti, tante sentenze giudiziali,intimazione di diversi decreti ingiuntivi, sentenze di ottemperanza ecc. ecc.ecc., speriamo  di concludere il procedimento per poter approvare, dopo il parere del nuovo designato revisore dei conti, il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2021.

Tanto lavoro, tante attività, già note, accolte e credo pure immaginate  da una buon parte di cittadini. Abbiamo incontrato diverse categorie di lavoratori, imprenditori esercenti, giovani, associazioni. Abbiamo favorito incoraggiato accompagnato la nascita della pro-loco e le loro pregevoli iniziative(tra queste:la spontanea pulizia della spiaggia di bovo marina e delle vie del centro del paese, nonché altre già programmate). Ancora l’ascolto verso il comitato civico , di alcune  famiglie convocate su alcune questioni urgenti del paese. Abbiamo ricostituito la protezione civile, il corpo delle guardie ambientali. Insomma stiamo, con fatica ma con grande volontà, cercando di  “aprire” il Comune al Paese, la casa di città ai suoi veri proprietari:i suoi cittadini. Ma stiamo pure iniziando un monitoraggio di tutti i beni mobili del comune, compreso palestre e sopratutto edifici scolastici, tutti soprattutto quelli “dichiarati” inagibili di cui vorremmo farne una attenta verifica, a favore degli unici fruitore dell’offerta pefagogica-educativa: i nostri alunni, i nostri studenti. Abbiamo voluto tutta una  nuova la classe dirigente, oltre a ulteriori  nuovi vigili e dipendenti che stanno arrivando a scavalco da altri comuni. Segretari generali che adesso sarebbero disponibili ad assumere servizio, seppur a scavalco.

Le questioni che hanno lamentato , quelle legittime e “libere” sono state risolte prime delle loro scorrette “considerazioni” e accuse. Lo sanno molti  in paese. Stiamo affrontando positivamente la problematica vecchissima delle case popolari e tanto altro ancora. Otre che da tanti cittadini abbiamo ricevuto consensi da esponenti presenti nel consiglio comunale licenziato. Io “ringrazio” questi  signori del PD di Montallegro che continuano con il loro modo di cercare di fare politica , che cosi mettono in luce quanto lavoro stiamo facendo, compreso quello relativo amche all’aspetto finanziario di cui, appunto, la componente ha, credo  avuto della  responsabilità, quindi condividendo la rovinosa gestione dell’amministrazione comunale, che ha partorito la catastrofica situazione  lasciata al  paese e alla cittadinanza.

Ma si sono chiesti come mai è stato nominato un commissario straordinario? È stato l’unico partito che ho ricevuto e al quale ho consegnato la mia disponibilità all’ascolto e alle eventuali proposte….. Così come sono sempre disponibile verso chiunque: partiti, associazioni, categorie, liberi cittadini ecc.  La mia esperienza e la mia storia personale possono essere testimonianza di un modo di  ” mettersi al Servizio” con impegno e serietà.Così come ho letto motivazione nella scelta, e nei complimenti immeritati che hanno accompagnato gli auguri che mi sono stati rivolti dall’assessore competente che mi ha designato pet la destinazione  e l’emanazione del decreto  di nomina del sig. Presidente della nostra regione  quale commissario di  un paese bellissimo e ricco di potenzialità. Purtroppo tanto “abbandonato” dalla politica e conseguentemente da una classe amministrativa e dirigenziale, che immagino a volte garanzia di interessi personali e non di  “vero e necessario Servizio” verso la Nostra Comunità Montellegrese. Questo seppur non comprensibile, (e spero veramente di non sbagliare) , credo sia una mia prima verifica e valutazione della situazione politico-amministrativo-finanziario-sociale che sto affrontando, per un “cambiamento”, per un’ inversione di rotta. Questo modo di “lavorare” ovviamente, necessariamente, fortunatamente, insieme ai nuovi dirigenti e ai lavoratori più motivati della struttura comunale, oltre che insieme  alle varie e diverse vivacità che si sono proposte disponibili, (per fortuna) presenti nel nostro territorio, nel nostro paese.

Sappiano costoro (questi del circolo del PD,  – che mi piace ricordare essere eredi di un partito quale  quello dei  cattolici democratici e della vecchia storica    sinistra democratica-), però, di stare attenti, a non oltrepassare il sottile limite…. che per me è garanzia per essere al Servizio di tutta la comunità montellegrese. Ho letto tante carte, tante delibere, ho studiato provvedimenti, delibere, direttive ecc. ….precedenti al mio insediamento e anche di alcuni anni precedenti ancora.  Certamente continuiamo, “insieme” a tutti i volontari e alla tanta gente di buona volontà ad andare avanti per il percorso iniziato, con l’intento di fare la  “normale”e ordinaria amministrazione.  Non mi sottrarro’  quanto più è possibile a garantire di più rispetto alle gravose difficoltà in cui versa il comune(per esempio per la questione delle case” iacp”e, altro ancora dovesse urgentemente “chiamarmi”.  Sempre pronto a cercare di consegnare un paese migliore alla futura classe dirigente che uscirà dalle urne della prossima e, auguro, vicina consultazione elettorale. Così da consegnare un nuovo Consiglio comunale e un nuovo Sindaco con la sua Giunta.  Quella che il Paese di Montallegro è ogni singolo suo cittadino, ogni singola donna, ogni singolo uomo, ogni anziano, ogni giovane, tutti i bambini e le future generazioni meritano. Viva Montallegro”.

P.S.: Circa la questione dei parcheggi di Bovo Marina: Certo non potevo aspettare la “disposizione” del sig. Piruzza che se fosse stato attento e non in una inutile, per il momento sua continua campagna elettorale, avrebbe letto l’ordinanza emanata da più di una settimana, circa le disposizioni per la circolazione per percorrere e posteggiare sul percorso che porta alla meravigliosa spiaggia di Bovo Marina.  Il 4 febbraio u.s., solo il giorno successivo al mio insediamento ho fatto un primo sopralluogo presso il nostro lido. Ci sono ritornato giorni dopo con il comandante della stazione dei Carabinieri, e poi  diverse altre volte.

Ho assunto diverse istituzionali e delicate informazioni. Abbiamo più volte sentito e convocato ristoratori e titolari degli esercizi sitI nel luogo fino alla settimana  precedente  a quest’ultima. A giorni chiederemo a SE il Prefetto un incontro e se possibile di essere invitati a partecipare  nell’eventualità che il Prefetto voglia convocare  il   comitato provinciale  preposto per  questi delicati casi.  Spero che così, il Sig. Piruzza, possa ritenersi soddisfatto, anche se penso che non abbia oggi alcuna  competenza, per dire ad altri di fare….  Sono infatti noti, impegno e  risultati, che  tutto il consiglio comunale e l’amministrazione precedente erano chiamati  a rispondere, negli anni precedenti per questa delicata questione:nulla di fatto,purtroppo.Adesso, in pochi mesi  è  possibile  superare  vincoli regionali,  nazionali,  contenziosi giudiziali in corso e altro?

Nessuno si permetta di approfittare, di  questa brevissima e caricatissima( di questioni) gestione commissariale(pochissimi mesi per tale difficoltà che ha bisogno possibilmente di più di qualche anno ), per ripararsi da  responsabilità,di eventuali inadempienze e sicuri  ritardi dalla precedente politica del paese. È un dramma , per i lavoratori sopratutto  in questo momento di pandemia. Penalizzati anche   i cittadini di Montallegro, dell’Italia tutta e non solo per non poter fruire della meraviglia di una delle bellezze naturali del nostro Paese Italia. Noi tenteremo tutto ad iniziare, appunto, con l’incontro in prefettura da subito, adesso che abbiamo informazioni sufficienti per essere ricevuti ed ascoltati. Il PD locale continui pure nella sua campagna elettorale. Noi saremo attenti, da ora in poi, soltanto ad eventuali proposte propositive, così come spesso ci appaiono, seppur silenziosi ed efficaci, quelle che riceviamo da diverse parti. Rimanendo sempre pronti, al bene insostituibile, necessario per l’ascolto per i fini migliori…”