Credito: ”pluribond Trinacria” per rilancio Pmi siciliane

Banca popolare Sant’Angelo, la finanziaria Regionale Irfis Finsicilia, Frigiolini & Partners Merchant e la controllata di quest’ultima, Fundera, danno vita al Progetto Pluribond Trinacria rivolto alle pmi siciliane. La Banca Popolare Sant’Angelo interviene attraverso la valutazione delle imprese-target presenti sul territorio; Irfis nel ruolo di anchor investor, quale attrattore di risorse finanziarie fresche provenienti soprattutto da fuori Regione, Frigiolini & Partners Merchant advisor e arranger in grado di strutturare le singole emissioni che andranno poi a mercato e last but not least il portale di crowdfunding Fundera, intermediario finanziario vigilato da Consob, nel ruolo chiave di collocatore sul mercato primario domestico e da ottobre internazionale. Banca Sant’Angelo e Irfis garantiranno la sottoscrizione di una quota-parte di ciascuna emissione-test, richiamando cosi’ l’attenzione di altri investitori, preferibilmente al di fuori della regione, i quali potranno investire attraverso la piattaforma fintech di Fundera, prima piattaforma autorizzata dalla Consob a collocare minibond sul mercato primario, con un semplice click del mouse. Il team dei promotori ha gia’ individuato il primo gruppo di imprese che fara’ da apripista: si tratta di SpA, Srl e societa’ cooperative preferibilmente attinte dal settore agrifood. Tutte le emissioni potranno avere identica durata ed essere singolarmente assistite da una garanzia pubblica, da parte del Fondo di Garanzia o di Sace-Simest Spa.

“Grazie alla partnership che abbiamo realizzato possiamo offrire un servizio in piu’ ai nostri clienti confermando il nostro ruolo di banca popolare vicina al territorio. La possibilita’ di sottoscrivere il Pluribond Trinacria – sottolinea l’amministratore delegato della Banca popolare Sant’Angelo, Ines Curella – rappresenta una risorsa in piu’ per le aziende nostre clienti che potranno attingere a nuova finanza in maniera innovativa e semplice”. Per il presidente dell’Irfis, Giacomo Gargano “si offre alle aziende del territorio siciliano la possibilita’ di diversificare le fonti di approvvigionamento rivolgendosi anche ai mercati del debito al di fuori della regione e al di fuori del circuito tradizionale di approvvigionamento finanziario. Il progetto Pluribond Trinacria permette a un parterre piu’ ampio di pmi di entrare stabilmente nella comunita’ finanziaria nazionale ed internazionale, a dispetto della distanza dell’Isola dai mercati finanziari di riferimento”. “Siamo molto orgogliosi di questa squadra – commenta Leonardo Frigiolini, Presidente di F&P Merchant e Ad di Fundera – crediamo che questa sinergia esprima dei punti di forza in quanto abbina la competenza e la sensibilita’ tipiche della prossimita’ territoriale. La vera sfida di questo Progetto, fortemente voluto dai nostri partners Siciliani, e’ quella di consentire nel medio periodo alle aziende ubicate in Sicilia di potersi approvvigionare sui mercati nazionali e internazionali del debito, in aggiunta (e non certo in alternativa) al mercato tradizionale, potendo cosi’ gestire in maniera piu’ equilibrata le fonti di provvista, superando il vincolo geografico grazie a una piattaforma Fintech come Fundera in grado di raggiungere i mercati finanziari, anche i piu’ lontani, grazie alla tecnologia e ad un impianto normativo moderno”. (AGI)