Tre kg di hashish nascosti nello zaino, arrestato corriere a Messina

I finanzieri del Comando provinciale di Messina hanno sequestrato oltre tre chili di hashish e arrestato un corriere della droga, rientrato in Sicilia a bordo di un pullman di linea proveniente dal nord Italia. Durante i controlli effettuati al terminal bus, i militari sono stati attratti dall’atteggiamento sospetto del passeggero, 39 anni di origini ragusane, che è stato sottoposto così a controllo.  Grazie al fiuto dei due cani antidroga Dandy e Haidy sono stati trovati, nascosti in uno zaino oltre 3 chili di hashish, la cui vendita al dettaglio avrebbe potuto fruttare guadagni per oltre 30.000 euro. “La sostanza riportava sull’involucro esterno lo stemma ‘Ferrari’ – spiegano gli investigatori – a simboleggiare l’elevato standard qualitativo della merce, ed era sigillata in ben 60 involucri, avvolti in numerosi strati di cellophane e sigillati con nastro da imballaggio, nel tentativo di sfuggire al raffinato fiuto dei preziosi cani antidroga”. Il corriere è stato tratto in arresto in flagranza di reato, per traffico di sostanze stupefacenti e sottoposto a custodia cautelare in carcere in attesa di giudizio. “L’attività effettuata dimostra, ancora una volta, la centralità della città di Messina – dicono dal Comando provinciale della Guardia di finanza di Messina – quale porta d’ingresso dello stupefacente in Sicilia, nonché punto strategico per il transito e lo smercio di ingenti partite di stupefacenti, primaria fonte di finanziamento della locale criminalità organizzata”. (Adnkronos)