Sanità, consiglieri del gruppo Cittadini Bivona: ”Realizzare mini ospedale di comunità nell’ex tracomatosario”

Riceviamo e pubblichiamo nota dei consiglieri comunali del gruppo #cittadinibivona Antonio Chiaramonte, Salvatore Marrone e Carola Calafiore.

“Ai Sindaci dell’Unione dei Comuni –  Ai Presidenti del Consiglio dei Comuni di Bivona, Santo Stefano Quisquina, Alessandria della Rocca, Cianciana e San Biagio Platani.

In data 10 marzo 2020, con una nota inviata ai Sindaci dell’Unione dei Comuni Platani Quisquina Magazzolo, chiedevamo – considerata l’intesa tra Stato e Regione, che prevedeva la realizzazione di “mini ospedali di comunità” – di adoperarsi per presentare la candidatura dell’ex Tracomatosario di Bivona.

Considerato il nuovo piano di investimenti per la Sicilia previsti dal Recovery Plan, destinati alla sanità pubblica e, in particolare, alla realizzazione di 99 nuovi ospedali e 106 nuove case di comunità. Preso atto che il suddetto piano prevede la realizzazione di piccole strutture con 20 posti letto a gestione prevalentemente infermieristica, denominati “ospedali di comunità”.

Visto che il nostro comprensorio, formato da cinque comuni, attualmente è sprovvisto di strutture sanitarie adeguate, trovandosi in condizioni di isolamento e distanza dai centri di primo soccorso. Riscontrato che entro settembre 2021 si dovranno individuare i siti in cui realizzare queste strutture  che dovranno essere realizzate ristrutturando edifici già esistenti. Considerato che questa opportunità potrebbe rappresentare un’occasione unica ed importante per un’assistenza sanitaria adeguata per i cittadini del nostro territorio.

SI CHIEDE

Ai Sindaci dell’Unione dei Comuni, di attivarsi affinché si possa presentare la candidatura della struttura “Ex Tracomatosario” di Bivona per la realizzazione di un “mini-ospedale di comunità”. Restiamo a completa disposizione delle Autorità in indirizzo per dare il nostro fattivo contributo alla realizzazione del progetto”.