Erosione costiera nell’Agrigentino, interrogazione di Corrao all’UE

“L’area costiera dell’Agrigentino sta per essere divorata dall’erosione costiera ma il Governo regionale non ha ancora fatto nulla di concreto per arrestare questa riduzione della costa. Ma che fine hanno fatto i fondi europei per contrastare l’erosione?”. Così l’eurodeputato siciliano Ignazio Corrao dei Greens/EFA a proposito dell’erosione costiera della costa agrigentina denunciate dalle associazioni ambientaliste locali. “Il Piano di contrasto all’erosione costiera – spiega Corrao – è stato presentato in pompa magna l’anno scorso, ma la sua attuazione a che punto è? In alcuni tratti la costa della Sicilia versa in condizioni di estremo pericolo. Nella costa agrigentina, nello specifico, le associazioni ambientaliste rilevano continui smottamenti e crolli che devastano il nostro patrimonio naturale e di biodiversità e rappresentano un pericolo per i bagnanti che frequentano quei luoghi”. “Sono molto preoccupato – sottolinea l’eurodeputato – per la Strada Statale 640 nel tratto che collega Agrigento a Porto Empedocle, la cosiddetta Strada degli Scrittori, dove le recenti immagini registrate da un drone hanno evidenziato lo stato dell’avanzamento galoppante dell’erosione in quella zona. Mi attendo interventi immediati da parte della Regione, che finora ha latitato, ma nel frattempo ho interessato la Commissione UE del caso. Dobbiamo fare in fretta o la natura non perdonerà l’ignavia delle istituzioni”, conclude l’eurodeputato.