Migranti, arcivescovo Agrigento: naufragio è morte annunciata

“E’ stata la cronaca di una morte annunciata. Adesso dobbiamo cambiare lo sguardo sul Mediterraneo. Queste donne, di cui non conosciamo i nomi, sono entrate nella beatitudine. Beati coloro che sono in cammino verso la giustizia, un cammino che non ha etichetta se non il fatto che siamo tutti fratelli e sorelle”. Lo ha detto l’arcivescovo di Agrigento, monsignor Alessandro Damiano, al porto di Porto Empedocle, dove si e’ tenuta una breve cerimonia in omaggio delle vittime del naufragio di ieri nelle acque di Lampedusa, dopo l’attracco del traghetto con le salme. “Non conosciamo le loro storie – ha aggiunto -, chi le attende, chi le ha perse. Questo deve inquietare le nostre coscienze”. (AGI)