Fumata nera per nuovo cda della Consortile idrica agrigentina, La Rocca Ruvolo: ”La politica stia lontana da gestione dall’acqua”

“Non siamo riusciti ad arrivare ad una conclusione, un po’ perché i curricula sono arrivati oggi, un po’ perché ancora una volta sembra che la politica voglia prendere il sopravvento su scelte che, invece, devono basarsi sulla meritocrazia. La politica deve stare lontano dalla gestione del servizio idrico nella nostra provincia”.

Lo ha dichiarato la deputata regionale e sindaco di Montevago Margherita La Rocca Ruvolo al corrieredisciacca.it a margine dell’assemblea dell’Ati idrico di Agrigento chiamata a individuare i curricula dei componenti del consiglio di amministrazione della nuova società consortile idrica.

Non si è trovato l’accordo e l’assemblea è stata rinviata a mercoledì 7 luglio.

“La nostra provincia – ha aggiunto La Rocca Ruvolo – sta attraversando uno delle crisi più difficili che tocca il bene vitale, l’acqua. Vi erano già due curricula che potevano essere presi in considerazione e dare seguito, ma altri hanno sostenuto che la terna deve essere al completo”.