Furto mezzi per conto del clan mafioso di Santa Margherita Belice, due arresti a Catania

Arrestati dai carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Catania, Carmelo Bruno, 53 anni, e Roberto Carobene, 44, di Motta Sant’Anastasia, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Palermo. Devono scontare quattro anni di reclusione ciascuno per furto aggravato dal metodo mafioso. I due erano indagati nell’ambito dell’inchiesta ‘Icaro’ del 2015, coordinata dalla procura di Agrigento, per avere ricevuto l’incarico da un esponente della famiglia mafiosa di Santa Margherita del Belice, di rubare, in quel Comune, mezzi per il movimento terra a una ditta edile appaltatrice di lavori pubblici. Sono stati condotti nel carcere di Bicocca a Catania.