29 Novembre 2023
EconomiaPalermo e Provincia

Sicilia: finanziamenti agevolati per microimprese artigiane, al via domani sportello online

Aperto da domani lo sportello on line per le microimprese artigiane per l’accesso ai finanziamenti agevolati messi a disposizione dalla Regione Siciliana a sostegno del sistema produttivo colpito dalla pandemia. Le agevolazioni saranno concesse con una procedura valutativa a sportello su piattaforma informatica (www.crias.it) della Crias, la Cassa regionale delle Attivita’ produttive, l’ente in house della Regione Siciliana che eroghera’ il contributo, fino all’esaurimento della dotazione finanziaria che e’ pari a 34 milioni di euro, provenienti dal Po Fesr Sicilia 2014-2020. “Il governo Musumeci con i bandi del “Fondo per la ripresa artigiani” continua l’opera di supporto alle imprese artigiane che hanno ridotto il loro fatturato a causa della pandemia – dice l’assessore regionale per le Attivita’ produttive della Sicilia, Mimmo Turano – ma punta anche a incrementare la produzione delle microimprese, a introdurre innovazioni all’interno delle aziende e garantire una formazione specialistica per migliorare la competitivita’ nel mercato nazionale e internazionale”. Le imprese potranno presentare progetti di investimento aziendale finalizzati al miglioramento della competitivita’, all’introduzione di soluzioni innovative e al miglioramento delle strategie commerciali.

L’agevolazione prevista e’ di importo compreso tra 10 mila e 50 mila euro, con finanziamenti a tasso agevolato per coprire l’80 per cento delle spese ammissibili, assieme a contributi a fondo perduto pari al 20 per cento delle somme concesse (fino a un massimo di 5 mila euro). Fra le tipologie di spese ammissibili per il progetto rientrano l’acquisto di macchinari, attrezzature, arredi, nuovi impianti necessari al ciclo produttivo; e ancora, ristrutturazione e manutenzione del laboratorio (fra cui ristrutturazioni edilizie, restauro, manutenzione straordinaria, adeguamento locali alle misure anti-Covid); acquisto di software, brevetti, licenze e soluzioni tecnologiche necessarie allo svolgimento dell’attivita’; acquisti per realizzare e implementare strategie di marketing e azioni commerciali e infine costi per la formazione specialistica del personale. A beneficiare del finanziamento saranno le imprese artigiane con sede legale o operativa in Sicilia, iscritte all’Albo delle imprese artigiane presso le Camere di commercio, che non risultano sospese o inattive, con un numero di addetti non superiore a 5 e un utile netto al 31 dicembre 2019 fino a 30 mila euro, fa sapere in una nota la Regione Siciliana. (Nova)